Italiano

Un appello globale per salvare il diritto internazionale

English Espanol Italiano Russian Chinese Arabian 日本語 Deutsch Francais Portuguese

Signatories

Agire affinché si rispetti e si sostenga la Carta delle Nazioni Unite come strumento per salvaguardare la pace, garantire i diritti umani e proteggere la sovranità delle nazioni.

Dal 1945, la Carta delle Nazioni Unite è stata il contratto più importante per le relazioni tra gli stati-nazione del mondo, la vera base del diritto internazionale. Oggi, tuttavia, il diritto internazionale e la struttura di un ordine basato sulle regole definite dalla Carta sono in grave pericolo.
Durante la guerra fredda, il diritto internazionale ha dovuto affrontare molte sfide difficili. Durante tutto quel tempo, non è stato possibile prevenire un’intera serie di conflitti militari distruttivi, mentre in altri casi le Nazioni Unite sono state in grado di mediarli o ridimensionarli.

Dopo la caduta del muro di Berlino, si diffuse la speranza che la pace e il diritto internazionale avrebbero potuto prevalere, ma invece la Carta delle Nazioni Unite venne ulteriormente ignorata.

Dall’inizio del 21 ° secolo fino ad oggi, con il drammatico aumento degli interventi militari extragiudiziali che hanno chiaramente contraddetto il diritto internazionale, l’erosione della Carta delle Nazioni Unite si è velocizzata e i principi di base di non interferenza e non aggressione sono ora apertamente e sfacciatamente ignorati.

A causa di questo pericoloso deterioramento dello stato di diritto, il 14 febbraio 2019, rappresentanti di numerosi stati membri delle Nazioni Unite hanno tenuto una conferenza stampa presso le Nazioni Unite guidata dal ministro degli esteri venezuelano Jorge Arreaza, affermando che questo è il momento di ratificare, confermare e difendere la pace e la sovranità delle nazioni e della Carta delle Nazioni Unite.

Tra il 20 e il 21 luglio 2019, il Venezuela ha ospitato la riunione ministeriale del NAM, il movimento non allineato. Fondata nel 1961, NAM è il secondo organo multilaterale più grande del mondo dopo le Nazioni Unite, ed è un’organizzazione che sostiene il rafforzamento della sicurezza internazionale e l’autodeterminazione, respingendo al contempo le interferenze negli affari interni di altri paesi. Il NAM ha adottato una dichiarazione che riafferma i principi della conferenza stampa delle Nazioni Unite del14 febbraio 2019.

Questa dichiarazione include il rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali per tutti, indipendentemente da razza, sesso, lingua o religione. La dichiarazione si applica non solo alla non interferenza in Venezuela, ma anche ad altre nazioni che devono affrontare molteplici minacce, sanzioni illegali e destabilizzazione in Medio Oriente, Africa, Asia, Europa orientale e Caraibi.

La dichiarazione affronta inoltre la pericolosa escalation di tensioni, minacce, guerre commerciali e sanzioni contro Russia, Cina e Iran. Ci rendiamo conto che l’erosione del diritto internazionale e dei sistemi multilaterali comprometterà anche gli sforzi dell’umanità per prevenire i catastrofici cambiamenti climatici.

Noi sottoscritti, esortiamo i nostri governi a trattare con tutte le nazioni – nell’interesse della pace nel mondo, della sicurezza internazionale e della coesistenza pacifica di tutti i popoli – a rispettare e seguire i principi della Carta delle Nazioni Unite e a difendere il diritto internazionale. Esortiamo i nostri governi ad aderire senza indugio a questa iniziativa e ad aiutare a trasformare il mondo in un’era di stabilità e cooperazione globali.

Salva il diritto internazionale!

Per approvare questo “ricorso globale per salvare il diritto internazionale”, si prega di utilizzare il modulo e-mail a destra dell’Homepage originale inglese  o inviare direttamente a email@hbuecker.net (indicare nome, luogo ed eventualmente professione/website)

 
Puoi vedere l’elenco completo dei firmatari qui: http://globalappeal4peace.net/signatories